Il cibo italiano è tra i più preferiti al mondo

L’Italia è una delle mete preferite dai turisti stranieri non solo per il mare e per le bellezze artistiche e paesaggistiche, ma anche per il buon cibo. Il cibo italiano, non a caso, è conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo anche perché segue in prevalenza i principi della dieta mediterranea che garantisce salute e longevità.

La tradizione gastronomica made in Italy è inoltre invidiata in tutto il mondo anche perché siamo tradizionalmente considerati come delle ‘buone forchette’, e perché a casa in cucina come al ristorante, dalla pasta alla pizza, le prelibatezze sono davvero imbattibili tra modernità e tradizione.

Basti pensare, ad esempio, alla pizza napoletana che viene imitata in tutto il mondo, ma che solo a Napoli ha il suo gusto unico, così come in tanti provano ad imitare, con scarsi risultati, prodotti d’eccellenza per il made in Italy come il Parmigiano Reggiano. La cucina italiana, e quindi il cibo, è tra le migliori al mondo anche perché nel nostro Paese ci sono i migliori chef a partire da Massimo Bottura, noto cuoco italiano che a Modena è proprietario dell’Osteria Francescana.

Il suo ristorante ha attualmente ben tre stelle Michelin e, nel 2016, si è classificato al primo posto quale primo ristorante al mondo nella ‘World’s 50 Best Restaurants Awards 2016 di New York’. Si tratta, in particolare, del primo ristorante italiano ad essersi aggiudicato il prestigioso titolo a conferma del fatto che ‘come si mangia in Italia non si mangia da nessun’altra parte’.

E’ questo, infatti, il giudizio che del nostro cibo danno ed hanno dato tanti Vip stranieri che almeno una volta l’anno vengono nel nostro Paese non solo per trascorrere le vacanze, ma anche per mangiare. E quando si parla di made in Italy non si può trascurare l’appeal che offrono i nostri migliori vini, dal Brunello di Montalcino al Nero d’Avola e passando per il Barolo, il Franciacorta ed il Lambrusco.

Negli ultimi anni, inoltre, il nostro Paese per quel che riguarda il cibo si sta mettendo in evidenza pure con il cosiddetto ‘street food’, ovverosia con il cibo di strada anche considerando il fatto che, specie d’estate, da parte dei turisti cresce la voglia di mangiare e di bere all’aperto in compagnia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *