Prestiti a disoccupati: soluzioni online novembre

Prestiti senza garanzieSenza garanzie è molto complicato, per non dire impossibile, vedersi riconosciuti dei crediti, questo perché la recente crisi finanziaria ha messo letteralmente sul lastrico numerose banche che avendo elargito prestiti senza garanzie hanno visto i loro depositi crollati e di conseguenza il fallimento. Alcune salvate dai rispettivi Governi, come il monte Paschi, altre purtroppo scomparse o nella migliore delle ipotesi assorbite da banche più grandi, insomma una vera e propria ecatombe che non si vuole più ripetere tra i vertici bancari. Per i disoccupati ottenere prestiti si fa quindi assai arduo, ma online si possono trovare soluzioni accattivanti, specialmente nel mese di novembre. Vediamo quindi le soluzioni di prestiti ai disoccupati a novembre.

Prestiti per disoccupati a novembre: come ottenerli con le garanzie alternative

Oltre al lavoro esistono altre garanzie, definite alternative, grazie alle quali si possono ottenere prestiti, questo apre l’accesso al credito anche a coloro che lavorano senza busta paga, magari con prestazioni occasionali o anche in quello che viene definito lavoro in ‘nero’.

Queste soluzioni di prestito possono essere anche utili ai liberi professionisti, che non avendo uno stipendio fisso non godono di molta simpatia verso gli sportelli bancari e le finanziarie e non possono usufruire della forma di credito della cessione del quinto. Vediamo come ottenere prestiti senza busta paga.

Solitamente le banche o le finanziarie richiedono per un prestito:

  1. La busta paga per i lavoratori dipendenti
  2. Il cedolino della pensione per i pensionati
  3. Il CU dell’anno precedente per i liberi professionisti

Se non si ha almeno una di queste garanzie è molto difficile che venga concesso del credito, e addirittura. E’ il caso di dirlo, per i liberi professionisti che hanno un fatturato basso le banche non concedono nulla, temendo che questi non possano restituire il denaro richiesto. Per ovviare a questo problema occorre fornire le garanzie alternative.

Cosa sono le garanzie alternative

Le garanzie alternative possono essere di diverso tipo, ma ognuna di queste deve poter garantire un reddito o qualcosa che si possa offrire alla banca come garanzia. Un appartamento in affitto potrebbe essere infatti ben gradito dall’Istituto di Credito. Basterà mostrare il regolare contratto d’affitto e offrirlo come garanzia per ottenere il credito richiesto. Naturalmente l’ammontare del prestito sarà calcolato in base alla durata del contratto d’affitto e dell’ammontare di questo. L’affitto risulterà essere equivalente a un reddito da lavoro dipendente o pensione, e basta per poter ottenere un prestito senza busta paga.
Una seconda garanzia potrebbe essere rappresentata da un investimento finanziario che generi reddito, magari delle azioni o delle obbligazioni che non si vogliono disinvestire per non perdere gli interessi. La Banca può valutare questo capitale investito come garanzia e in virtù dell’ammontare di questo concede il prestito richiesto.
Un terzo tipo di garanzia può essere rappresentato dall’assegno di mantenimento che magari una donna divorziata riceve dal marito. Questo assegno, che deve essere certificato alla banca, offre le stesse garanzie di una busta paga.

Riassumendo sono almeno tre le garanzie alternative da poter offrire come garanzia:

  • Casa in affitto
  • Capitale investito
  • Assegno di mantenimento

Sul blog di Prestitimag si può trovare un approfondimento sul tema dei finanziamenti a chi non ha un lavoro: http://prestitimag.it/prestiti-disoccupati-2016/

Se si hanno almeno una di queste garanzie ci si può rivolgere a una banca o a una finanziaria per poter ottenere il denaro di cui si ha bisogno. Tra le finanziarie è il caso di valutare la Compass e la Findomestic, che offrono da anni ormai questo tipo di credito con le garanzie alternative e sarà quindi più facile fare tutte le pratiche con grande comodità.

Per quanto riguarda le banche è invece consigliabile affidarsi a un consulente finanziario.

Come ottenere un prestito senza busta paga con l’aiuto di un consulente finanziario

Ogni banca ha la sua politica interna nel campo prestiti, politica che viene sempre rispettata e per questa ragione è bene affidarsi a degli esperti che conoscano le varie dinamiche del mondo prestiti dei diversi Istituti di Credito. I consulenti finanziari fanno proprio questo e sono in grado di indirizzare l’utente che desidera ottenere il credito verso l’istituto che fa al caso suo esaminando le garanzie che questo può offrire.

Come ottenere prestiti senza alcuna garanzia

Se non si può offrire nessuna delle garanzie sopra indicate, come spiega Marco Germanò, consulente esperto nel settore prestiti personali, il discorso finanziamenti non è del tutto chiuso, bensì solo diventato molto più difficile. Si può infatti optare per il piccolo prestito, cosa che le finanziarie concedono senza richiedere troppe garanzie, a volte senza richiederne alcuna. Questi prestiti sono offerti dalle banche e dalle finanziarie a chi non ha alcuna garanzia da offrire applicando però altissimi tassi di interesse, naturalmente nei limiti imposti dalla BCE. In questo caso il denaro che si può richiedere a credito non può essere superiore ai 2000 euro, importo veramente basso ma che rappresenta l’unica soluzione a chi proprio non può offrire alcuna garanzia alla banca o alla finanziaria.
Oltre al piccolo prestito si può però trovare credito tra i privati, magari per un progetto o un’attività, è una pratica che funziona un po come la sponsorizzazione in quanto il privato investe sul vostro progetto, credendo nella riuscita, e poi richiederà il denaro prestato una volta che il tutto sia avviato. Si tratta di una soluzione che offre notoriamente tassi di interesse più bassi di quelli del mercato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *